La lettera

La testimonianza

Scrivo la mia testimonianza in merito all’iniquo blocco degli sfratti. I miei genitori sono proprietari di un locale commerciale concesso in locazione dal 2013. Preciso che i miei genitori non sono persone facoltose; posseggono il fondo in questione e un appartamento in condominio dove abitano. Si tratta di un fondo acquistato dai miei genitori a seguito di sacrifici, dove svolgeva attività lavorativa mio padre; a seguito del pensionamento di mio padre è stato deciso di affittare il locale.
La conduttrice ha smesso di pagare l’affitto a fine 2017. Abbiamo aspettato qualche mese cercando un dialogo con la signora e poi, visto che la signora continuava a non pagare, ci siamo rivolti ad un avvocato per lo sfratto. La causa, che si è dilungata anche per il tentativo obbligatorio di conciliazione, si è conclusa con sentenza di sfratto per morosità nell’ottobre 2019.
La signora non ha rilasciato il locale e quindi a marzo 2020 l’ufficiale giudiziario ha fatto il primo tentativo senza esito per liberare il fondo. Di lì più niente a causa dell’attuale situazione dovuta al Covid.

lo sfogo

Quindi sono tre anni che la signora non paga l’affitto, continuando ad occupare l’immobile. I danni derivanti da questa situazione sono chiari: IMU comunque da pagare, spese per l’avvocato, affitto non percepito, locale tutt’ora occupato, tasse che devono essere versate allo Stato anche se l’affitto non viene percepito, svariati mal di testa dovuti a discussioni infinite con la conduttrice, ecc…

la beffa

La beffa è che, nel nostro caso, la crisi dovuta al Covid non c’entra nulla col fatto che la signora non paga l’affitto, essendo la sentenza di sfratto del 2019! Tanti affittuari stanno approfittando del blocco sfratti legata al Covid per non pagare l’affitto e lo stato lo permette! Tanto le tasse gliele paghiamo lo stesso!

la speranza

Di questi giorni la notizia che il blocco sfratti non sarà prorogato…lo spero proprio! Ma qualora ripartissero gli sfratti, con tutto l’arretrato che i tribunali avranno da gestire, chissà quanto tempo passerà prima di veder liberati gli immobili! Sarà il caso di prevedere qualche forma di ristoro anche per i proprietari che hanno subito danni dal blocco sfratti???
Grazie a confedilizia per l’impegno che sta portando avanti.

La soluzione

La locazione di un immobile è un contratto rischioso che richiede una attenzione continua

  • alle persone coinvolte (locatore, conduttore, garanti, professionisti),
  • all’immobile (stato ed uso),
  • alla legge (contratto, verbali, moduli),
  • alle azioni (usi e procedure),
  • ai pagamenti (canone, spese, deposito cauzionale, garanzie, assicurazioni).

E’ evidente che risulta indispensabile

gestire la locazione in maniera completa e professionale affidandosi a

professionisti specializzati e associandosi a Confedilizia.

Vuoi inizare a gestire professionalmente la tua locazione e

utilizzare il tuo immobile in maniera sicura e serena?

Richiedi un appuntamento per

presentare la tua locazione e ottenere una

prima consulenza personalizzata e gratuita.

Invia la tua richiesta

1 + 4 = ?